RIVOLUZIONE TECNOLOGICA ALLA CAMERA DEI DEPUTATI: INTEGRAZIONE DELL’INTELLIGENZA ARTIFICIALE NEL LEGISLATIVO ITALIANO

La Vicepresidente della Camera dei Deputati, Anna Ascani, ha presentato un progetto innovativo e ambizioso che potrebbe rivoluzionare il panorama politico-legislativo italiano. Si tratta dell’incorporazione…

View More RIVOLUZIONE TECNOLOGICA ALLA CAMERA DEI DEPUTATI: INTEGRAZIONE DELL’INTELLIGENZA ARTIFICIALE NEL LEGISLATIVO ITALIANO

DDL CYBERSICUREZZA COME ELEMENTO CHIAVE PER PRESERVARE L’INTEGRITÀ NAZIONALE E LA SICUREZZA DEI DATI.

Il governo italiano ha intensificato gli sforzi per potenziare la sicurezza informatica nazionale attraverso un nuovo disegno di legge, noto come DDL Cybersicurezza, attualmente in fase di valutazione presso le commissioni riunite Affari Costituzionali e Giustizia della Camera.
Il DDL Cybersicurezza si propone di contrastare i crescenti e sempre più dannosi attacchi informatici, in particolare quelli perpetrati attraverso il cybercrime as Service, il quale, spesso sfruttando ransomware, danneggia le imprese e le istituzioni statali a livello operativo e finanziario.
Composto da 18 articoli, questo nuovo DDL propone modifiche sostanziali e procedurali riguardanti i reati informatici, inclusi l’aumento delle sanzioni, l’espansione dei criteri relativi al dolo specifico e l’introduzione di circostanze aggravanti. Le sanzioni proposte includono pene fino a 10 anni di reclusione per l’accesso non autorizzato ai sistemi informatici e fino a 2 anni di reclusione per il possesso o la distribuzione di programmi dannosi.
Il nuovo DDL include anche disposizioni riguardanti l’intelligenza artificiale, armonizzandosi con il recententissimo AI Act.

View More DDL CYBERSICUREZZA COME ELEMENTO CHIAVE PER PRESERVARE L’INTEGRITÀ NAZIONALE E LA SICUREZZA DEI DATI.

LA RIVOLUZIONE DELLA RETRIEVAL AUGMENTED GENERATION (RAG) NELL’INTELLIGENZA ARTIFICIALE

La Retrieval Augmented Generation (RAG) emerge come un pilastro fondamentale nell’evoluzione dell’Intelligenza Artificiale (IA), offrendo soluzioni innovative per migliorare la precisione e la pertinenza delle risposte generate dai modelli linguistici. Il punto chiave di questa tecnologia risiede nella sua capacità di integrare dati provenienti da fonti esterne durante la fase di generazione, unendo così le conoscenze interne del modello con informazioni aggiornate e autorevoli.
L’efficienza della RAG si manifesta attraverso vantaggi tangibili, tra cui la limitazione delle allucinazioni, la precisione e l’affidabilità accresciute, l’agilità nell’aggiornamento costante, la personalizzazione del servizio e la salvaguardia dei dati sensibili. Questa tecnologia trova applicazioni in settori diversificati, dall’ambito legale, in cui può confrontare contratti e generare contenuti normativi, all’ambito accademico, finanziario, diagnostico medico, giudiziario, e-commerce e istruzione. L’ampia adozione della RAG prospetta un futuro in cui le risposte dei modelli linguistici saranno sempre più adattate alle esigenze specifiche degli utenti, offrendo un servizio preciso e all’avanguardia. Tuttavia, è essenziale bilanciare i suoi vantaggi con i costi operativi associati all’accesso a database esterni.

View More LA RIVOLUZIONE DELLA RETRIEVAL AUGMENTED GENERATION (RAG) NELL’INTELLIGENZA ARTIFICIALE

IL CONNUBIO TRA INTELLIGENZA ARTIFICIALE E SANITÀ: TRA TUTELA DEL DIRITTO ALLA SALUTE E SVILUPPO ECONOMICO DEL COMPARTO SANITARIO

Lo sviluppo e l’ampliamento degli ambiti applicativi dell’Intelligenza Artificiale ha trovato un notevole riscontro anche con riferimento al comparto sanitario, dato l’importante miglioramento che tale…

View More IL CONNUBIO TRA INTELLIGENZA ARTIFICIALE E SANITÀ: TRA TUTELA DEL DIRITTO ALLA SALUTE E SVILUPPO ECONOMICO DEL COMPARTO SANITARIO

LA TUTELA DELL’INDIVIDUO NEL METAVERSO: COME AFFRONTARE LE SFIDE DEI CRIMINI VIRTUALI

Il Metaverso è ormai una dimensione virtuale nota a tutti, una frontiera digitale in rapida espansione che promette un futuro di interazioni virtuali senza precedenti.…

View More LA TUTELA DELL’INDIVIDUO NEL METAVERSO: COME AFFRONTARE LE SFIDE DEI CRIMINI VIRTUALI

GOOGLE E MODALITÀ INCOGNITO: L’ENNESIMA BATTAGLIA LEGALE PER IL MOTORE DI RICERCA PIÙ USATO AL MONDO

Se un browser web ti comunica che sei “in incognito” e puoi “navigare privatamente”, potresti essere portato a credere che le tue attività online siano…

View More GOOGLE E MODALITÀ INCOGNITO: L’ENNESIMA BATTAGLIA LEGALE PER IL MOTORE DI RICERCA PIÙ USATO AL MONDO

L’IMPATTO DELL’ARTIFICIAL INTELLIGENCE SUI SISTEMI DEMOCRATICI E SUI PROCESSI DECISIONALI: VIRTÙ E CRITICITÀ

Ormai è evidente come l’Intelligenza Artificiale vada permeando sempre di più ogni aspetto della nostra quotidianità. Difatti, si assiste ad un esponenziale incremento dell’utilizzo di…

View More L’IMPATTO DELL’ARTIFICIAL INTELLIGENCE SUI SISTEMI DEMOCRATICI E SUI PROCESSI DECISIONALI: VIRTÙ E CRITICITÀ

L’UNIONE EUROPEA A PUGNO DURO CON META: È ORA CHE SI CONFORMI ALLE NORMATIVE EUROPEE IN TEMA DI PRIVACY.

Il 1° novembre 2023, il Comitato europeo per la protezione dei dati ha emesso una decisione vincolante imponendo a Meta, società madre di Facebook e Instagram, di interrompere l’uso dei dati personali degli utenti per fini di marketing senza consenso esplicito. Questa mossa segue precedenti controversie sulla privacy, compreso uno scandalo del 2018 su Facebook, con l’autorità di protezione dei dati irlandese che ha già multato Meta per violazioni del GDPR. La decisione del Comitato europeo mira a far rispettare norme sulla protezione dei dati, vietando a Meta di utilizzare il legittimo interesse come base giuridica per trattare i dati degli utenti europei a fini pubblicitari. In risposta, Meta ha introdotto un servizio di abbonamento a pagamento senza pubblicità per Facebook e Instagram nell’UE, cercando di conformarsi al GDPR e mitigare preoccupazioni sulla profilazione dei dati. Tuttavia, la possibilità di interrompere la profilazione è riservata agli utenti a pagamento, sollevando interrogativi sulla monetizzazione del consenso e suscitando attenzione sulle strategie di Meta.

View More L’UNIONE EUROPEA A PUGNO DURO CON META: È ORA CHE SI CONFORMI ALLE NORMATIVE EUROPEE IN TEMA DI PRIVACY.