RegTech

Regtech – Cos’è la Regulatory Technology?

Il Glossario del Legal Technologist: cos’è la Regtech, le macroaree di cui si compone la Regulatory Technology e qual è il suo rapporto con la Tecnologia Legale, alla luce di nuovi strumenti di memoria organizzativa per Avvocati e Istituti finanziari.

Oggigiorno si assiste ad un incremento delle nuove tecnologie applicate all’attività regolatoria, a seguito dell’ipertrofica attività legislativa e regolamentare (Regulatory Inflation) posta in essere dai numerosi soggetti pubblici normativi della rete globale. Ciò soprattutto a seguito della crisi finanziaria dei mutui subprime partita dagli USA ed a seguito della crisi dell’Eurozona. Prima la Fintech, e la Regtech poi, rappresentano le risposte Tech ad una tale iperproduzione normativa.

In particolare, il numero degli operatori attivi nel Regtech è in aumento, soprattutto, in ottica di accountability, nel settore delle attività per la gestione, il controllo, il monitoraggio e la verifica della compliance aziendale. Ma scopriamo insieme cosa si intende esattamente per Regtech, le sue concrete applicazioni e, il particolare, quali sono le concrete opportunità per gli studi legali che decidono di sfruttare il rapporto tra Legal Technology e Regulatory Technology.

Indice degli argomenti:

  • Definizione
  • Le applicazioni della Regtech
  • Il “matrimonio” tra Legaltech e Regtech

Definizione

Il termine RegTech nasce dalla crasi delle parole “Regulation” e “Technology” ed indica, in italiano, quella che potrebbe dirsi Tecnologia Regolatoria, cioè l’impiego, da parte delle imprese, di strumenti tecnologici a supporto delle procedure di conformità e di rispetto delle normative e dei regolamenti.

In altre parole, per Regtech si intende la gestione dei processi normativi nel settore finanziario, tramite l’ausilio delle nuove tecnologie, con l’intento di assistere le aziende nel rispetto delle normative in materia nel modo più efficiente e meno costoso possibile.

La RegTech è stata per lungo tempo ritenuta un’applicazione della FinTech, ma, ben presto, ha acquisito una sua autonomia.

Le applicazioni della Regtech

Gli studiosi hanno distinto la Regtech in macroaree, tra cui si annoverano la Monitortech, la tecnologia al servizio delle istituzioni finanziarie per gestire e monitorare in tempo reale l’enorme quantità di dati a disposizione su clienti e dipendenti, e la ReportTech, la branca della Regtech in grado di supportare l’attività di segnalazione e reportistica nei confronti di Autorità di Vigilanza, nazionali e sovranazionali, da parte delle istituzioni finanziarie. Infine, come non menzionare le Legal Technologies (Legaltech). Infatti, legali e professionisti del settore compliance, a causa della proliferazione normativa a cui si accennava, lavorano per offrire agli istituti finanziari un aggiornamento continuo e la costante implementazione di tali riforme. Le nuove tecnologie possono facilitare tali operazioni.

Il “matrimonio” tra Legaltech e Regtech

Come si è detto, Legaltech e Regtech utilizzano le nuove tecnologie per fornire più rapidamente migliori servizi legali, ma anche facilitare l’attività di monitoraggio normativo e di controllo della compliance oggi sempre più richiesta a legali ed esperti da parte di aziende, imprese e Pubbliche Amministrazioni.

Uno strumento Regtech al servizio del mondo Legal da annoverare è SmaRT. Lo scopo di questa applicazione è quello di rendere “smart”, appunto, la giungla di normative e regolamenti con l’ausilio della Regtech (da qui, il nome SmaRT). L’applicazione è stata ideata per consentire agli esperti del settore legale e finanziario di trasformare la complessa legislazione e regolamentazione esistente in un “linguaggio naturale” – il Regulatory Natural Language (RNL). Tale linguaggio, standards-based, combina conoscenza ed expertise umana con l’esperienza dell’Intelligenza Artificiale e dalle tecnologie di apprendimento automatico. Concretamente SmaRT è in grado di “spacchettare le normative” in maniera sistematica, elaborando e immagazzinando in blocco le conoscenze legali, sulla base di tecnologie normative e semantiche, di concerto con le collaudate tecnologie di Intelligenza Artificiale e di Machine Learning.

Il vantaggio principale di SmaRT è che uno studio legale può costruire un ampio database di conoscenza artificiale, con un preciso linguaggio legale e regole normative, creando una memoria aziendale in grado di gestire le conoscenze legali per impiegarle al servizio della clientela. L’avvocato può supervisionare l’intero flusso di lavoro, le interpretazioni e le decisioni indicate dall’applicazione e convalidare l’output. Inoltre, in caso di revisione normativa, il compito di identificare le modifiche e aggiornare le regole è facilitato dall’utilizzo delle tecnologie semantiche basate sull’IA.

Conclusioni

In conclusione, il matrimonio tra Regtech e Legaltech offre agli studi legali l’opportunità di innovare e di aggiungere valore ai propri servizi di consulenza legale attraverso il mercato Regtech. Basti pensare allo sviluppo recente di chatbot che permettono di porre semplici questioni legali ad un programma come se si stessero ponendo ad un avvocato in carne d’ossa, con il vantaggio di poterlo fare ovunque ed a qualunque orario. Il risvolto positivo potrebbe persino essere il consolidamento del Rule of Law in paesi e continenti in cui è in crisi o in cui la popolazione, di fatto, ne è esclusa, così da consentire l’accesso a servizi e conoscenze legali per tutti.

Il mercato del Regtech è certamente destinato a crescere in futuro e la conoscenza delle tecnologie alla base di queste soluzioni è fondamentale: i professionisti legali, dunque, se vogliono tentare di “stare al passo”, dovranno migliorare le proprie competenze Tech per continuare a fornire una consulenza tempestiva e pertinente ai clienti, usufruendo delle servizi che incrociano Legal Technology e Regulatory Technology.

Photocredit: Regtech Why It Is Important for Financial Services Firms By Simon Pearson

UNISCITI A NOI!
Se vuoi dirci la tua e rimanere aggiornato sul mondo legaltech unisciti alla community Telegram! Clicca qui per partecipare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.