Legaltech e diritto di famiglia: l’applicazione che gestisce i rapporti con l’ex coniuge.

Slidinglife è una piattaforma che mette in contatto utenti e professionisti in ogni fase della separazione o divorzio. La società ha ideato inoltre un sistema che fornisca servizi di “parenting” per avere una traccia delle spese condivise e dei turni per l’affidamento dei figli, strumento utile ed ammissibile processualmente per organizzare e gestire i contenziosi tra coniugi che stanno attraversando una separazione o divorzio.

Introduzione

L’utilizzo dell’intelligenza artificiale nell’ambito forense, con l’istituzione di numerose startup del comparto Legal Tech, sta avendo un forte impatto sulla professione. Il settore legaltech ha visto nascere nel mondo tra il 2010 ed oggi, circa 4.000 startup. 

La tecnologia ha contribuito a trasformare la professione legale, e da pochi anni a questa parte, con l’introduzione dell’intelligenza artificiale, si è costituito un settore denominato Legal Tech nell’ambito del mondo delle Startup digitali. Queste sembrano siano destinate a stravolgere completamente anche l’organizzazione e la gestione dell’ordinaria vita quotidiana, compresi, come nel caso in esame, i rapporti con l’ex coniuge in caso di divorzi o separazioni.

Sliding life: che cos’è.

Sliding life è una startup foggiana che, mettendo in contatto gli utenti con avvocati, life coach e psicologi, si occupa della gestione di separazioni e divorzi. Si tratta quindi di una piattaforma di marketplace all’interno della quale avviene un match tra utenza e libere professioni.

L’idea di utilizzare la tecnologia per agevolare i complessi rapporti tra gli ex coniugi è stata dell’Avv. Massimiliano Arena, laureato alla Luiss Guido Carli e professionista con vent’anni di esperienza in diritto di famiglia.

La start up ha anche vinto la finale italiana del Legaltech Venture Day nel 2019, un famoso contest organizzato dall’Istituzione Internazionale IE Business School Enterepreneurship, aperto alle start- up che operano nel mondo dell’innovazione giuridica e forense.

Slidinglife è stata premiata come miglior progetto imprenditoriale nel settore business del Legaltech, e nell’aprile 2020 ha anche rappresentato l’Italia alla finale internazionale del Legaltech Global Competition, a Madrid.

Come funziona.

Ma come funziona l’applicazione? SlidingLife è una piattaforma che velocizza e favorisce l’espletamento delle necessità della coppia nella fase di divorzio. Per esempio, permette ai genitori che vogliono separarsi di poter gestire la controversia sorta per l’affidamento dei figli.

La community è composta da professionisti qualificati, alcuni esperti pronti a sostenere i vari utenti, e un blog in cui vengono pubblicati contenuti autorevoli dove ricercare consigli per affrontare in modo equilibrato ogni fase della separazione, porre domande e ottenere risposte in brevi tempi.

La community conta già più di 5000 iscritti, circa 150 tra avvocati, coach, psicologi, e commercialisti in tutta Italia. I professionisti civilisti, verificati e certificati, supportano la risoluzione delle dispute che sorgono in fase di separazione, prendendo in considerazione vari parametri, come algoritmi, pareri di esperti o altri casi passati. In pochi click si potranno risolvere tutte le burrascose diatribe che riguardano la coppia.  

L’applicazione dispone di vari servizi, tra cui la possibilità di tenere traccia di tutte le spese condivise, o dei cambi turni dei figli; la possibilità di separarsi online consensualmente, in poco tempo e a costi contenuti; di scegliere il professionista più adatto alle esigenze dell’utente e di svolgere di una consulenza online in video call; di calcolare l’assegno di mantenimento compilando un breve questionario.

Conclusioni.

Se, come ormai è pacifico sostenere, l’uso della tecnologia è funzionale a semplificare e risolvere molti dei problemi dell’essere umano, l’ideatore della startup Slidinglife è stato in grado di elaborare un sistema capace di rispondere alle esigenze di coppie che attraversano una fase complessa e burrascosa come quella del divorzio.

Quando un cliente varca la soglia di uno studio legale per richiedere un supporto in questo tipo di situazioni, solo in piccola parte porta un’istanza giuridica, poiché in realtà si sta accingendo ad affrontare un cambiamento radicale della propria vita.

Da qui è sorta l’esigenza di unire la consulenza legale, a quella di altre figure professionali indispensabili in questi contesti, come psicologi, life coach e commercialisti, fornendo un servizio completo, semplice ed efficace.

Per un maggior approfondimento https://www.slidinglife.com/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.